La quantità di vitamina D nell’olio di krill

L’olio di Krill è fatto di krill, piccoli crostacei di gamberetti che abitano gli oceani freddi, come gli antartici e gli oceani del Pacifico settentrionale. È un integratore alimentare, usato principalmente per gli acidi grassi omega 3 che contiene. L’olio di Krill sembra essere superiore rispetto all’olio di pesce standard in termini di potenza antiossidante. Michael Eades M.D., riferisce che l’olio di krill ha una capacità di assorbimento radicale dell’ossigeno, abbreviata come ORAC, 48 volte superiore all’olio di pesce.

Contenuti nutrizionali

L’olio di Krill è ricco di tutte le vitamine liposolubili, vitamina D, A e E. E ‘anche ricca di grassi sani. Contiene acidi grassi omega 3, in particolare acido eicosapentanoico e acido docosaesanoico, abbreviato rispettivamente come EPA e DHA. Questi acidi grassi sono attaccati a doppie catene di fosfolipidi, che li rendono facilmente assorbibili dalle cellule. Inoltre, contiene cantaxantina e astaxantina, che sono potenti antiossidanti.

Vitamina D

L’olio di Krill è una fonte affidabile di vitamina D. La quantità esatta di questa vitamina è possibile ricevere ogni giorno dipende dal supplemento che scegli. Le dosi consigliate per la vitamina D sono 600 unità internazionali al giorno per persone dai 1 ai 70 anni e 800 unità al giorno per le persone al di sopra dei 71 anni. I bambini da 0 a 12 mesi necessitano di 400 unità internazionali al giorno. La mancanza di questa vitamina può causare gravi problemi, come i rachiti. La quantità di vitamina D fornita da compresse di olio di krill standard copre la dose giornaliera ottimale. Tuttavia, è necessario prendere in considerazione altri fattori prima di consumare le compresse di olio di krill, come l’esposizione al sole, l’età e la posizione geografica, le persone nelle aree settentrionali non ottengono altrettanti esposizione al sole.

Benefici di salute dell’olio di krill

Gli acidi grassi Omega 3, soprattutto quelli provenienti da fonti marine, sono un nuovo strumento per la prevenzione e la terapia delle malattie cardiovascolari. Uno studio pubblicato sulla rivista “Opzioni di trattamento corrente in medicina cardiovascolare” riferisce che EPA e DHA possono proteggere il cuore e le arterie in molti modi diversi. Inoltre, le cellule del cervello sono in grande necessità di acidi grassi e di fosfolipidi di alta qualità, tutti forniti da olio di krill in quantità sufficienti. Gli antiossidanti astaxantina e la canadantina combattono i radicali dell’ossigeno, che interferiscono con il metabolismo cellulare e le funzioni del DNA.

considerazioni

Se siete allergici ai molluschi, consultate il proprio medico prima di utilizzare olio di krill. Molte persone allergiche ai molluschi possono effettivamente consumare olio di krill, ma in quantità minori. Inoltre, se si dispone di disturbi emorragici, si dovrebbero evitare gli integratori di olio di krill, poiché dosi elevate degli acidi grassi in questo olio possono aumentare la probabilità di sanguinamento. L’olio di Krill può causare malattie gastrointestinali in alcune persone e possono essere presenti sintomi quali nausea, vomito, diarrea e indigestione.