Melatonina e funzione epatica

La melatonina è un ormone naturale presente nel corpo che è responsabile del mantenimento del sonno. Potresti aver già sentito parlare del suo utilizzo come supplemento per aiutarti a dormire o ad aiutare con il jet lag. Ora è studiata per funzioni più che semplici, in quanto ha un potenziale come antiossidante. Prestare attenzione quando si usa la melatonina per nient’altro che il sonno. Come con qualsiasi nuovo integratore, consultare il proprio medico prima di iniziare.

Sfondo del fegato

Il fegato è un organo importante nel corpo, che protegge da sostanze tossiche, filtra il sangue e produce colesterolo. Secondo un articolo pubblicato in “The Oncologist” nel 2001, il fegato utilizza una serie di enzimi per eseguire la disintossicazione, seguendo due fasi per trasformare i composti in sostanze inerte e solubili in acqua che possono essere escrete nell’urina. L’articolo dice che entrambe le fasi sono importanti e che le disfunzioni in uno o l’altro possono portare a sostanze tossiche che vengono rilasciate nel corpo.

Lo stress ossidativo

In uno studio pubblicato nel 2010 in “Libera Medicina Radicale e Biologica”, lo stress ossidativo è stato aggravato da una sostanza chiamata dimetilarginina asimmetrica o ADMA, che inibisce la sintesi di ossido di azoto, parte importante della struttura cellulare, ed è anche responsabile di molti Malattie sistemiche. Lo studio ha riscontrato che la melatonina impediva l’aumento di ADMA nei fegati di ratto. Queste informazioni suggeriscono che la melatonina può essere una potenziale terapia per diverse malattie con elevata ADMA cellulare, ma è necessaria una ricerca prima che la melatonina venga commercializzata per questo uso.

Perossidazione lipidica

La perossidazione lipidica si verifica nel fegato e è associata alla disfunzione delle funzioni proteiche localizzate nell’ambiente della membrana, secondo un articolo pubblicato in “Medicina Molecolare corrente” nel 2007. La perossidazione lipidica può portare a danni al radicali liberi nelle cellule e la melatonina è stata Mostrato per contribuire a ridurre la perossidazione. Uno studio che si è concentrato sulla melatonina e sulla perossidazione dei lipidi è stato pubblicato nel 2010 in “Neuro Endocrinology Letters”. Ha scoperto che le iniezioni di melatonina hanno impedito la perossidazione dei lipidi nelle cellule polmonari, in particolare la perossidazione indotta da bromato di potassio. Lo studio pubblicato in “Current Molecular Medicine” ha anche dimostrato che la melatonina è stata utile per prevenire la perossidazione dei lipidi.

Livelli di glicogeno al fegato

Il glicogeno è una sostanza immagazzinata nel fegato e nei muscoli, aspettando che il corpo si trasformi in glucosio nelle celle a combustibile. È importante nel mantenere lo zucchero nel sangue. Il “Pakistan Journal of Pharmaceutical Sciences” ha pubblicato uno studio sul 2010 sull’effetto della melatonina sui livelli di glucosio del glicogeno e del plasma. Mentre i livelli di glucosio nel plasma non mostravano alcuna differenza, i livelli di glicogeno del fegato aumentano significativamente con l’integrazione della melatonina. Questo studio non è stato eseguito sugli esseri umani, quindi è necessario ulteriori informazioni prima che la melatonina possa essere considerata sicura per migliorare i livelli di glicogeno al fegato.

Precauzioni

Secondo l’articolo appena menzionato, pubblicato nella “Medicina Molecolare corrente”, gli usi della melatonina negli esperimenti di laboratorio non si traducono necessariamente nell’uso umano. Dice in particolare che la capacità antiossidante della melatonina in una soluzione è molto diversa dalla sua capacità nelle situazioni cellulari umane. Mentre queste informazioni sono promettenti e preziose, assicuratevi di discutere l’uso della melatonina con il tuo medico, che ti può tenere al passo con tutti i nuovi sviluppi con il supplemento.